Home FISCO Renzi al Senato: un fisco amico del cittadino! Le favole son belle.

Renzi al Senato: un fisco amico del cittadino! Le favole son belle.

La sintesi del discorso di Renzi al Senato.

RENZI dimostra di non sapere cosa significhi avere a che fare

renzi e fiscocon IL FISCO IN ITALIA OGGI = VESSAZIONE PURA.

Nel discorso di richiesta della fiducia il neo-premier ha illustrato i punti salienti di quello che  intende fare.

FISCO

Renzi ha promesso la riduzione a due cifre del cuneo fiscale sul costo sul lavoro.

L’ex sindaco d’Italia ha chiarito – con il suo discorso pronunciato a braccio – che è già pronto il percorso pensato con il ministro dell’Economia Padoan, con la previsione di  “interventi precisi e puntuali”.

Renzi, ancora, ha sottolineato la necessità di  “intervenire ad ogni costo sul fisco attraverso la delega fiscale” inviando ad esempio “a tutti i dipendenti pubblici e  pensionati, direttamente a casa, la dichiarazione dei redditi precompilata. E’ un qualcosa di concreto che può dimostrare come cambia il rapporto tra cittadino e pubblica amministrazione.”

Il fisco dice Renzi  deve “smettere di essere un nemico per i contribuenti, ed assumere i connotati di una sorta di consulenza che fa al cittadino”.

nota della redazione:

Belle parole soprattutto quelle sul FISCO e sulle dichiarazioni pre-compilate da inviare direttamente a casa del cittadino.

Possiamo dire subito al neo RENZI che basterebbe, per il momento, “almeno” spedire ai pensionati il CUD, che l’INPS dall’anno scorso non INVIA più in modalità cartacea, ma che bisogna ritirare attraverso una procedura telematica, o ricordarsi di andare a richiederlo di persona presso le sedi INPS. (PENSATE AI 90ENNI).

Per altre comunicazioni del FISCO da inviare A CASA dei contribuenti, credo che questi siano già ben carichi di novelle ricevute dall’Agenzia delle Entrate, cartelle esattoriali, avvisi bonari, della radiotelevisione italiana, e quant’altro si possa immaginare (anche oltre l’immaginazione) il più delle volte indebite che costituiscono vessazione del cittadino, costretto a difendersi nelle sedi opportune dal danno psicologico che causano tali missive.

Quindi partiamo dal rifare le fondamenta del FISCO, non pensiamo già al tetto in cristallo.

E purtroppo ne sappiamo.

DEBITI PA.

Pagamento totale dei debiti della pubblica amministrazione mediante un utilizzo diverso della Cassa Depositi e prestiti;

NUOVO FONDO DI GARANZIA PER IL CREDITO ALLE PMI.

Costituzione e sostegno pubblico di nuovi  fondi di garanzia per le PMI. I primi tre impegni da attuare immediatamente che il premier incaricato Matteo Renzi ha illustrato e proposto ai senatori in vista del voto di fiducia.