" />

Rivalutazione anche ai privati nel maxiemendamento al ddl stabilità.

Oltre alla possibilità concessa alle imprese di rivalutare beni e partecipazioni possedute, il maxi-emendamento al ddl stabilità riapre anche alle rivalutazione dei privati per i terreni e le partecipazioni detenute al 1° gennaio 2014.

Nel maxi-emendamento alla legge di Stabilità spunta di nuovo la possibilità (anche per i privati) di rivalutazione dei terreni e delle partecipazioni detenute al 1°gennaio 2014, pagando il 4% (o il 2% nel solo caso di partecipazioni non qualificate).

La rivalutazione dei beni e delle partecipazioni trovano la loro convenienza nella intenzione di una futura cessione, al fine di evitare il sorgere di plusvalenze tassabili secondo le ordinarie aliquote IRPEF, ma pagando invece una imposta sostitutiva di molto inferiore al prelievo ordinario.

La rivalutazione delle partecipazioni societarie, con ri-determinazione del valore di acquisto, sarà possibile esclusivamente per le partecipazioni sociali non negoziate in mercati regolamentati.

La rivalutazione dei terreni sarà invece concessa quando già posseduti alla data del del 1° gennaio 2014.

Il maxi-emendamento alla legge di Stabilità ─ approvato in senato il 26 novembre 2013 ─ prevede infatti anche per i per i privati, la possibilità di rivalutare le partecipazioni non quotate e i terreni posseduti alla data del 1°gennaio 2014, pagando il 4% della differenza tra costo storico e valore di mercato periziato.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.








Archivi