Published On: gio, Nov 28th, 2013

IMU prima casa: seconda rata da pagare. Acconti IRPEF/IRES aumentano al 102,50%.

Alla fine qualcuno ancora pagherà l’ IMU prima casa. Sono i titolari dell’abitazione principale che risiedono nei comuni che hanno aumentato l’aliquota IMU PRIMA CASA nel 2013. Sale l’acconto Ires Ires per le società di capitali al 102,50%, e per Banche e assicurazioni al 130%.

La seconda rata dell’IMU dovranno pagarla solo coloro che risiedono nei comuni che hanno aumentato l’aliquota IMU 2013 rispetto al 2012.

ESEMPIO:

Se ad esempio l’anno scorso al 16 dicembre 2012 il proprietario di prima casa ha pagato 100 euro di IMU  in quanto l’aliquota PRIMA CASA era pari al 4 per mille, e quest’anno il Comune aveva previsto l’aumento dell’aliquota tale per cui al 16 dicembre lo stesso contribuente avrebbe dovuto pagare 120,00 euro, tale differenza di 20 euro dovrà essere pagata – dal contribuente per il 40% entro il 24 gennaio 2014.

CALCOLO seconda rata IMU PRIMA CASA da pagare il 24 gennaio 2014.

RENDITA CATASTALE 500,00 X 168 X 0,4% = 336 EURO – detrazione 200 euro / 2 rate = pagamento effettuato = 68,00 euro pagati al 16 dic. 2012.

Se il comune aveva già aumentato l’aliquota IMU prima casa al 5 per mille, occorre pagare la differenza con questo calcolo:

RENDITA CATASTALE 500,00 X 168 X 0,5 per mille = 420 EURO – detrazione 200 euro /2 rate = pagamento previsto per il 16 dicembre 2013= 110,00, la differenza tra euro 110 ed euro 68 uguale 42 euro va versata per il 40% entro il 24 gennaio 2014.

Stangata per  gli acconti IRES/IRAP da pagare entro il 10 dicembre 2013, per Banche e Assicurazioni, che sono saliti al 130% con il metodo storico. Oltretutto l’aliquota IRES per i suddetti soggetti finanziari è AUMENTATA per il solo 2013 al 36%. 

Entro il 10 dicembre 2013 le società di capitali dovranno pagare più acconti IRES/IRAP che salgono dal 100% al 102,50%.

Le persone fisiche e le imprese individuali che scontano l’IRPEF pagheranno invece entro il TERMINE ORDINARIO DEL 2 dicembre 2013.

E’ quanto stabilito dal decreto IMU PRIMA CASA approvato ieri dal Consiglio dei Ministri, che ha  esentato invece i terreni agricoli strumentali.

Tutto ciò che vi abbiamo detto, peraltro non è ancora ufficiale, in quanto letto nel comunicato a margine del CDM.

Attendiamo il provvedimento, credendo opportuno che ad oggi 28 dicembre tutti gli acconti, anche IRPEF siano rinviati al 10 dicembre 2013.

Potrete inviare i vostri dati per il calcolo della differenza IMU prima casa, vi provvederemo gratuitamente. Info@rivistafiscaleweb.it

Condividi:
Share

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Share