Incentivi assunzioni lavoratori in mobilità bloccati dal 2013.

Con la circolare n. 150 del 25/10/2013 L’INPS ha fornito chiarimenti in merito agli incentivi previsti per  le assunzioni di lavoratori iscritti nelle liste di mobilità ai sensi dell’articolo 4, co. 1 DL n. 148/93, convert. con modificaz. dalla L.  n. 236/93 e successive modifiche ed integrazioni, riguardanti la cd. PICCOLA MOBILITA’.

Si ricorda che dall’anno 2013 NON SONO PREVISTI GLI INCENTIVI PER LA RIASSUNZIONE DI LAVORATORI IN MOBILITA’, licenziati per giustificato motivo oggettivo, in quanto non potranno iscriversi alle liste di MOBILITA’.

QUINDI NON SARA’ POSSIBILE RICONOSCERE GLI INCENTIVI PER ASSUNZIONI AVVENUTE NEL 2013, PER SOGGETTI LICENZIATI NEL 2013 PER GIUSTIFICATI MOTIVI OGGETTI.

RESTA QUINDI L’INCENTIVO PER I LAVORATORI INVECE CHE PER IL 2013, POTRANNO ISCRIVERSI ALLE LISTE DI MOBILITA’  ANCHE SE LICENZIATI MA NON PER GIUSTIFICATO MOTIVO OGGETTIVO.

A ribadirlo è il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che sciogliendo la riserva ha comunicato:

  • che non sarà permesso riconoscere gli incentivi per le assunzioni avvenute nel 2013, di lavoratori licenziati prima del 2013;
  • che non sarà possibile riconoscere il bonus per proroghe o trasformazioni a tempo indeterminato del contratto di lavoro, effettuate nell’anno 2013, di rapporti agevolati instaurati prima del 2013.

IN EFFETTI GLI INCENTIVI ASSUNZIONI POTEVANO ESSERE FRUITI FINO AL 31-12-2012 PER I LAVORATORI CHE AVEVANO DIRITTO, FINO A QUELLA DATA, ALL’ISCRIZIONE ALLE LISTE DI MOBILITA’ ANCHE CON LICENZIAMENTO PER GIUSTIFICATO MOTIVO OGGETTIVO.

RESTA PER QUESTA PARTICOLARE TIPOLOGIA DI LAVORATORI LICENZIATI, SOLO L’INCENTIVO PER LA RIASSUNZIONE previsto dal decreto direttoriale del Ministero del Lavoro N. 264/2013 del 19 aprile 2013 come modificato dal decreto direttoriale 390/2013 del 3 giugno 2013 del bonus di 190 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here