Pensioni: nel 2014 l’età si alza”.

In ossequio alla Riforma Fornero, nel 2014, «per le pensioni l’età si alza» e  sale di un’altro gradino nel processo di aumento fino al 2018.

Nel 2014 per andare in pensione bisognerà avere i seguenti requisiti:

PENSIONI DI VECCHIAIA.

Le lavoratrici dipendenti del settore privato dovranno aver maturato l’età di 63 anni e 9 mesi;

Le lavoratrici autonome dovranno aver maturato l’età di 64 anni e 9 mesi.

PENSIONI ANTICIPATE.

Per la sola anzianità contributiva bisogna aver maturato 42 anni e 6 mesi di contribuzione per gli uomini e 41 anni e 6 mesi di contribuzione per le donne.

TOTALIZZAZIONE PENSIONI, con 40 anni a prescindere dall’età anagrafica.

Per quanto riguarda la totalizzazione, coloro che maturano – nel 2014 – la pensione di anzianità con il requisito dei 40 anni di contribuzione a prescindere dalla propria età,  dovranno aumentare “la decorrenza posticipata di 12 o 18 mesi” di ulteriori 3 mesi.

PENSIONE SALVAGUARDATI.

Per la pensione di coloro che sono sotto salvaguardia con il vecchio requisito contributivo maturato, pari a 40 anni, dal 2014 il requisito sarà sempre di 40 anni di contributi, ma la decorrenza della pensione è posticipata di 15 mesi per i dipendenti e di 21 mesi per autonomi ed imprenditori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here