Iva al 22%: nel caso di errori nessuna sanzione per la prima applicazione.

0
28

Come sappiamo problemi politici ci hanno regalato una bella stangata con l’IVA ordinaria che da ieri è aumentata dal 21 al 22%. Tutto sembrava volgesse verso un stop dell’aumento dell’IVA, ma all’ultima ora, per fatti che ci appaiono quanto meno incredibili, il provvedimento DI SOSPENSIONE DELL’IVA AL 22% NON SI E’ POTUTO VARARE.

Nessuna sanzione, ha comunicato l’Agenzia delle Entrate, sarà comminata per la regolarizzazione di eventuali errori per applicazione della vecchia aliquota vista la sorpresa dell’aumento.

Le aziende che già da ieri erano tenuto ad applicare l’IVA ordinaria al 22%, nel primo periodo di applicazione dell’aumento, potranno effettuare la sanatoria di operazioni attive (fatture emesse e corrispettivi) annotati in modo errato, emettendo nota di  variazione IVA in ADDEBITO, se per ragioni di ordine tecnico non è stato possibile aggiornare in tempo software per la fatturazione e i registratori di cassa.