Published On: mer, Ago 28th, 2013

IMU: il Pd accetta l’eliminazione, ma chi paghera ?

Ansa 28 agosto 2013. L’Imu sulle prime case ad un passo dall’eliminazione, almeno per il 2013.

Sembra poter rientrare la tensione nella maggioranza; il Pd arretra sulle proprie posizioni per l’eliminazione parziale dell’IMU sulla prima casa.

Sicuramente la prima rata, non pagata in giugno, non si pagherà il 16 settembre 2013 ma il ministro Saccomanni, dopo una serie di incontri con Letta e gli altri membri dell’esecutivo, cerca risorse per l’eliminazione anche della seconda rata prevista per dicembre 2013.

Letta vorrebbe chiudere oggi la faccenda, anche se ancora il consiglio dei ministri non è stato convocato.

Per il 2014 si sta studiando la nuova “service tax” che demanda ai comuni piena autonomia sulla determinazione dei tributi locali, anche sulle prime abitazioni, per recuperare le risorse per l’erogazione dei servizi locali.

Insomma, a quanto pare, l’Imu sulla prima casa dovrebbe essere eliminata a livello statale, ma i comuni potrebbero farla pagare a livello locale.

In tal modo, l’esecutivo scarica ai Comuni la responsabilità dell’Imu sulle prime case.

Questo per il 2014. Invece per il 2013 il ministero deve trovare la quadratura per sistemare l’intero anno 2013.

Le risorse mancanti sembrano al momento solo previste come l’aumento del gettito Iva derivante dal pagamento dei 10 miliardi dei debiti Pa.

L’ipotesi aumento accise carburanti non ha trovato – fortunatamente – l’appoggio del Pd.

Ma aspettiamo il decreto, che sicuramente produrrà altri aggravi per l’eliminazione dell’Imu per l’intero 2013 in “una sorta di vasi comunicanti” che portano la pressione fiscsli a non ridursi di una virgola.

Condividi:
Share

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Share