Avvisi bonari: Rateizzazione in 20 rate trimestrali.

AVVISI DI IRREGOLARITA’ O AVVISI BONARI AI SENSI DELL’ART. 36-BIS e 36-TER.  Pagamento in 2o rate trimestrali per importi superiori a 5.000 euro.

L’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione un software per calcolare il pagamento “a rate” di avvisi bonari relativi ad omessi versamenti di imposte, ricevuti a seguito del controllo formale delle dichiarazioni ─ ex art. 36 bis ─ o controllo documentale ex art. 36/ter del DPR 600/1973.

Con la regolarizzazione degli avvisi bonari, le imposte (impagate alla scadenza) sono gravato della sanzione del 10%,  ma il pagamento potrà essere effettuato con “rate trimestrali”, che variano da  6 rate trimestrali (1 anno e mezzo, per avvisi bonari fino a 2.500 euro)  fino ad un massimo di 20  rate trimestrali (5 anni per importi superiori a 5.000 euro), chiaramente aumentati degli interessi legali del 2,5% su base annua.

Quindi, chi non  ha effettuato alla scadenza i versamenti derivanti dalla dichiarazione dei redditi, e non ha neanche utilizzato ─ successivamente ─ il ravvedimento operoso (con la sanzione del 3% se il pagamento è effettuato entro 30 giorni dalla scadenza,  o con la sanzione del 3,75% se si paga oltre i 30 giorni dalla scadenza, ma entro il 30 settembre dell’anno successivo a quello dell’omesso versamento) potrà attendere l’arrivo dell’avviso di bonario, che ripetiamo permette il pagamento con  rate trimestrali.

 Esempio di compilazione on line.
Alla fine potrete stampare il “prospetto di rateazione” e gli F24 elaborati dalla procedura già comprensivi di interessi:

Link al software di Calcolo delle Rate.

[contact-form-7 404 "Not Found"]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here