Home GIURISPRUDENZA Canoni di affitto non pagati ma dedotti: è elusione, in famiglia.

Canoni di affitto non pagati ma dedotti: è elusione, in famiglia.

Canoni di affitto non pagati: costituiscono elusione fiscale quando siano dedotti dalla società di famiglia.

I componenti, nella fattispecie, partecipavano sia nella società locatrice che in quella conduttrice.

CASSAZIONE

Con ordinanza n. 15968 del 25 giugno 2013 la Corte di Cassazione, si è pronunciata di nuovo sul tema dell’elusione fiscale, dichiarando legittimo un accertamento promosso dall’Agenzia delle Entrate nei confronti di una società, che aveva dedotto canoni di affitto non pagati, per la locazione di un immobile di proprietà di un’altra società familiare.

IL PRINCIPIO ENUNCIATO IN SENTENZA.

I giudici della Cassazione hanno affermato che non versare i canoni di affitto è operazione elusiva, quando vi sia contiguità familiare tra le parti del contratto, per essere soci della società locataria ed anche soci  della società locatrice.

ACCERTAMENTO LEGITTIMO

L’accertamento  è stato ritenuto legittimo. L’ammistrazione, con la rettifica, ha proceduto al recupero dei canoni dedotti dalla società conduttrice, quali sopravvenienza attive.