Tasse universitarie detraibili ma con limiti.

Le spese per tasse universitarie sono detraibili in unico 2013 nella misura del 19% dei costi sostenuti a tale titolo.

Il diritto alla detrazione spetta anche a coloro che frequentano università private o con sede all’estero. In questo caso però la detraibilità è limitata. Infatti l’importo su cui è possibile calcolare il 19% di detrazione non può eccedere quello stabilito per tasse e contributi previsti per la frequenza di corsi similari tenuti nelle università statali italiane più vicine al domicilio fiscale del contribuente come chiarito dal MEF con la circ. n. 95/2000.

Non sono mai detraibili invece le seguenti spese universitarie:

i contributi versati per il riconoscimento della laurea conseguita all’estero;
le spese sostenute per vacanze studio, anche se all’interno di campus universitari;
le spese sostenuti per l’acquisto di (testi, vitto e 1viagg).

Sono detraibili, oltre alle tasse universitarie, le seguenti spese:

– i canoni di locazione pagati da studenti all’estero nella misura massima del 19% di 2.633 euro, così come previsto per i canoni pagati da studenti italiani che risiedono in un altra provincia rispetto a quella dove ha sede l’università, sempre che sia distante almeno 100 km.

Per la detraibilità dei canoni pagati all’estero lo studente dovrà frequentare un corso di laurea presso un’università ubicata nel territorio di uno dei 27 Paesi membri dell’Unione europea.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here