" />

Modello contratto locazione con cedolare secca. (Professionale – inserimento solo propri dati).

Modello di Contratto di locazione con cedolare secca pronto all’uso, professionale, garantito e mancante solo dei dati anagrafici e dell’immobile. 

 Con eccezionali tutele a favore del locatore.

Il modello permette di ottenere, senza muoversi da casa, una scrittura di locazione professionale, pronta all’uso, e con clausole di tutela speciali, INSERENDO SOLO ALCUNI DATI.

Protezione delle parti  e difesa da accertamenti e contestazioni

Con le clausole speciali contenute nel contratto di locazione con cedolare secca, il locatore, eviterà i rischi:

─ sia per eventuali accertamenti dell’Amministrazione fiscale;

─ sia per problemi con il locatore come ad esempio le contestazioni in ordine all’accollo delle spese di manutenzione dell’immobile;

─ sia per il mancato regolare pagamento dei canoni di locazione.

Qui esposte le principali condizioni e patti contenuti nel modello pronto di locazione:

  1. Opzione per la conveniente tassazione della cedolare secca. Già inclusi i richiami di legge per l’opzione alla tassazione alternativa dei canoni di locazione con cedolare secca (da effettuare a pena di nullità dentro la stessa scrittura per la concessione dell’immobile in locazione) in cui dovrà essere quindi menzionata la norma istitutiva della cedolare secca.
  2. Rinnovo a nuove condizioni dopo 4 anni. Nel modello è prevista una clausola legale ma facoltativa per la quale entro 60 giorni prima della scadenza quadriennale, del medesimo contratto di locazione, si potrà proporre rinnovo per altri 4 anni ma a nuovo e maggiore canone di locazione oppure a rescindere consensualmente il contratto.
  3. Risoluzione e provvedimento di sfratto più rapido. Nel modello di locazione pronto all’uso, è prevista una clausola speciale di risoluzione in diritto del contratto di locazione (ai sensi dell’ art. 1456 del Codice Civile) in caso di morosità prolungata del conduttore… quando per 2 mensilità consecutive non abbia pagato le rate di pigione, al fine di evitare il danno di continuare a corrispondere le imposte (sui canoni di locazione non ricevuti) già dalla comunicazione di risoluzione notificata al conduttore moroso, senza necessità del Provvedimento di sfratto.
  4. Spese di manutenzione a carico delle parti divisi in maniera PRECISALa previsione dell’accollo delle spese di manutenzione, divise tra proprietario e conduttore, in maniera precisa e puntuale. In particolare il conduttore è obbligato, oltre alle normali spese di manutenzione ordinaria, anche alla manutenzione biennale della caldaia, alle comunicazioni di variazione di intestazione delle utenze a proprio nome a far data dall’inizio della locazione. L’indicazione analitica dell’accollo delle spese, indicate una per una, consentirà di evitare ogni reclamo o contestazione.
  5. Dichiarazione di conoscenza del conduttore dell’opzione per la cedolare secca e obbligo eventuale di nuova opzione per il ritorno alla tassazione ordinaria. La comunicazione al conduttore di non essere tenuto al pagamento di canoni rivalutati per aggiornamento ISTAT, come previsto dalla normativa sulla cedolare secca, né all’imposta di registro, né a quella di bollo.
  6. Menzione della necessaria circolare dell’agenzia delle entrate n. 26/e/2011, (a pena di invalidità dell’opzione e ricalcolo della tassazione a irpef con interessi e sanzioni)  che permette l’esenzione dall’invio della raccomandata informativa all’inquilino, quando questi sia informato in contratto dell’opzione per la cedolare secca.  In mancanza si potrebbe essere soggetti a recupero della maggiore imposta IRPEF.
  7. Prevista obbligazione in solido quando gli inquilini contraenti sono più di uno. Se non adempie all’obbligo uno di essi gli altri restano comunque obbligati per l’intero canone.

 

I dati da inserire nel modello di locazione sono:

Le generalità dei contraenti, locatore e locatario;

I dati catastali dell’immobile, foglio, particella, sub, vani, rendita catastale;

Il canone annuo pattuito per la locazione e la frequenza dei pagamenti delle rate di canone (di solito mensile);

L’importo del deposito cauzionale (pari a 2-3 mensilità) che l’inquilino versa al momento della sottoscrizione del contratto;

L’indicazione del possesso dell’ape, ossia l’attestazione di prestazione energetica, obbligatoria per legge dal 26 giugno 2013.

Fatto questo il contratto di locazione potrà essere registrato con le migliori garanzie a tutela del rendimento della proprietà.

Con questo particolare contratto si limitano al massimo i rischi di  accertamenti fiscali ed esborsi straordinari per istanze di sfratto.

Garantito con formula soddisfatto o rimborsato 

Si consiglia di inserire solo i propri dati e non modificare i patti già scritti.


Ai fini del pagamento se non in possesso di conto paypal cliccate comunque su “crea conto paypal” che vi darà la possibilità di pagare con una normale carta di credito o prepagata.

Prodotto realizzato da Giuseppe.A.Merola – Commercialista – Revisore contabile – Responsabile del sito rivista fiscale web, iscritto all’O.D.C.E.C. di Sala Consilina al n. 101 sez. A, coperto da polizza professionale Axa Mps.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>








Archivi