NEWS POLITICA

Movimenti politici: stretta dalla Finocchiaro a Grillo

foto tiscali.it

Emendamento della Finocchiaro “Capogruppo Pd al Senato”: «Movimenti politici senza personalità giuridica fuori da finanziamenti ed elezioni». “CONTINUA LA SERIE DEGLI AUTOGOL DEL PD”.

Anna Finocchiaro insieme a  Luigi Zanda ha elaborato una proposta di legge che dà attuazione all’art. 49 della costituzione, che prevede la personalità giuridica obbligatoria ai partiti, presupposto per ottenere i finanziamenti e potersi candidare. Una manovra che sembra fatta apposta per tenere fuori i movimenti politici senza personalità giuridica. Primo fa tutti il movimento di Grillo.

Beppe Grillo, chiamato in causa ha dichiarato che “Se passa la legge non ci presenteremo alle elezioni”.

La proposta di Finocchiario Zanda contiene la necessità, per movimenti politici e partiti, di avere nel proprio statuto  “i contenuti minimi  ai quali dovrà attenersi ogni formazione politica che sia partito o movimento politico che intende concorrere attivamente alla vita politica tramite le candidature elettorali a pena della perdita dei rimborsi delle spese elettorali o di ogni ulteriore eventuale forma di finanziamento pubblico”.

Obblighi che sono in conflitto proprio con l’organizzazione del movimento politico di Beppe Grillo M5S.

La mancanza della personalità giuridica dei movimenti politici, come proposta dalla Finocchiaro non permetterà di ottenere”il finanziamento pubblico” e cosa più importante non potranno candidarsi alle competizioni elettorali di nessun ordine e grado.

Insomma il PD, è ormai abituato alle “autoreti”;  continua ancora nell’autolesionismo, rafforzando, con questa proposta “i movimenti politici e le associazioni” nei confronti dell’opinione pubblica.