Ridurre la spesa pubblica ma come ..

Ridurre la spesa pubblica per recuperare risorse, ma come…

Molti dipendenti del settore privato sono rimasti senza lavoro, mentre quelli del settore pubblico non possono essere licenziati anche quando palesemente  inefficienti.

Dipendenti pubblici: Quante volte vi recate in un ospedale, in un comune, o in qualsiasi altro ufficio pubblico e pensate: ci sono 50 dipendenti ma solo 3 o 4 possono assistermi realmente. Gli altri probabilmente sono imboscati, inefficienti, incapaci, una spesa inutile insomma. Se tutti i dipendenti pubblici fossero dipendenti di un’azienda privata produrrebbero molto di più, dietro l’angolo ci sarebbe il licenziamento. Questa è un’enorme iniquità sociale e sperpero di soldi pubblici. Intervenndo si potrebbe ridurre la spesa pubblica in modo consistente ed avere più efficienza presso le amministrazioni statali.

Aziende sanitarie locali. Riduzioni costi per Acquisti di beni e servizi.
Il ministero dell’economia dovrebbe stilare una tabella con tetti di spesa analitici dove siano indicati il costo massimo per ogni singolo prodotto o servizio che l’ASL acquista da terzi fornitori. Non è plausibile che una stessa flebo in un ospedale di Milano costi 5 euro ed in un ospedale di Roma costi 10 euro. I tetti massimi di costo dovranno essere rispettati da tutti gli enti pubblici. Il decreto tariffario dovrà essere stilato mediante un’analisi della media del costo di ogni singolo prodotto sul mercato libero. In tal modo non si potranno acquistare beni o servizi a prezzi superiori e non si potrà avere la tentazione di mettere le mani nel barattolo di cioccolata. Con questa misura che colpisce la base degli enti pubblci si otterrebbe una notevole riduzione della spesa pubblica pari almeno il 2% annuo x 800 mil = 16 mil.

Diritto all’assistenza sanitarie. Verifiche Isee. Una indiretta riduzione della spesa pubblica.
Con il modello Isee, occorrente per diverse prestazioni come l’inserimento nelle fasce reddituali per la determinazione delle tasse universitarie, si perpetra spesso con un falso (perseguibile penalmente)  che sotto sotto addirittura potrebbe nasconde  un’evasione fiscale.

1) Vi sono contribuenti che hanno solo un reddito da lavoro dipendente ma nessun risparmio con un indicatore Isee molto alto.

2) Altri contribuenti invece quali imprese o autonomi senza scrupoli, evadendo anche le tasse avranno un reddito inferiore ai primi, e risparmi in titoli, azioni, depositi bancari non dichiarati sul modello, magari intestati a prestanome.

Facciamo queste verifiche sulle certificazioni ISEE per dare equità ai cittadini ed assistenza a chi veramente ne ha bisogno.

Queste sono azioni PER LA RIDUZIONE DELLA SPESA PUBBLICA che si possono realizzare,,,, perchè no ? Amici della casta ? allora va bene…

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here