Aggiornato il: — 13/01/14

" />
Published On: lun, Apr 15th, 2013

Finanziamenti stipulati all’estero soggetti ad imposta sostitutiva

Imposta sostitutiva sui contratti di finanziamento bancario conclusi all’estero tra soggetti residenti – Risoluzione  Agenzia Entrate n. 20 del 28 marzo 2013.

APPLICAZIONE dell’IMPOSTA SOSTITUTIVA SUI CONTRATTI DI FINANZIAMENTO BANCARIO a MEDIO e LUNGO TERMINE.

L’Agenzia delle Entrate ha fornito precisazioni in merito all’assoggettamento ad imposta sostitutiva dei contratti di finanziamento bancari a medio e lungo termine (ai sensi dell’art. 17 del Dpr 601/1973)  stipulati all’estero tramite rogito tra contraenti residenti in Italia.

La risoluzione chiarische che tali fattispecie contrattuali non costituiscono abuso del diritto poichè il luogo di sottoscrizione, non è di per sè oggettivamente elusione in mancanza di altri elementi.

Tali contratti sono soggetti ad imposta sostitutiva se l’atto stipulato all’estero si riferisce ad accordi raggiunti in Italia.

I soggetti che effettuano tali operazioni, ai fini dell’asssoggettamento alla suddetta imposta, sono obbligati a dichiarare le somme che costituiscono la base imponibile della stessa imposta sostitutiva.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>