L’Amministratore di un condominio è responsabile penalmente per omessi interventi urgenti.

L’AMMINISTRATORE DI UN CONDOMINIO è responsabile penalmente se omette di intervenire per la sistemazione urgente dello stabile amministrato ai fini della incolumità e la sicurezza di passanti e condomini.
A sua difesa non può opporre la mancanza del verbale dell’assemblea dei soci che approva la spesa, trattandosi di lavori da effettuare con urgenza ai fini della salvaguardia delle persone.

E’ quanto ha affermato la Corte di Cassazione nella sentenza n. 34147 depositata il 6/09/2012. 

Nel caso preso in esame dai Giudici togati, l’amministratore di un condominio non si era attivato per la sistemazione di un piccolo sprofondamento di un tombino antistante l’immobile pericoloso per l’accesso ad una farmacia sita di fronte allo stabile, in quanto i lavori non sarebbero stati ancora autorizzati dall’assemblea dei condomini.

Purtroppo una donna anziana nel passare attraverso questo avvallamento è caduta riportando varie lesioni personali guaribili in 40 giorni.

La sentenza ha condannato l’amministratore condominiale al delitto di cui all’art. 590 commi 1 e 2 del Codice penale adducendo che gli amministratori di condominio devono sistemare le situazioni di pericolo dello stabile anche senza la preventiva approvazione della delibera di assemblea.

Fonte: Corte di Cassazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here