Home NEWS Riforma della sanità: cambia in meglio il sistema dei medici di famiglia.

Riforma della sanità: cambia in meglio il sistema dei medici di famiglia.

La riforma della Sanità del Ministro Balduzzi, tra aggiustamenti, tagli e passi indietro è stata ridotta all’osso: infatti dai 27 articoli iniziali –  ieri durante il Consiglio dei Ministri – sarebbe diventato solo di 16 articoli.

La novità più importante però, che potrebbe portare ad un rilevante cambiamento in meglio del sistema dell’assistenza sanitaria, riguarda i Medici di base o di famiglia.

E’ previsto infatti che i medici di famiglia dovranno aggregarsi con «pediatri di loro scelta» e/o tra di loro, e dovranno avere a disposizione “uno specialista ambulatoriale”.

Ciò per garantire ai pazienti un’assistenza sanitaria integrata e continuata, 24 ore su 24 e tutti i giorni della settimana, a cui attualmente i medici di famiglia non erano deputati nè al sabato e domenica nè in orari serali o notturni.

→ Il medico di famiglia oggi è spesso poco utilizzato a fini diagnostici, in quanto costretto a mandare i propri assistiti in Ospedale o presso specialisti esterni, ricoprendo un ruolo assistenziale “pressochè superficiale” ma molto costoso alle casse Statali.

Tramite il cambiamento di sistema invece, con il medico di famiglia coadiuvato da altri specialisti
e la disponibilità non solo notturna ma anche nei giorni festivi, si sfoltirebbero le fila degli ospedalizzati anche per piccole problematiche di poco conto.

Fonte: Il sole 24 ore del 6 sett. 2012.