IMU: pagabile in tre rate con probabili sconti su particolari immobili.

Il relatore del decreto fiscale in Commissione Bilancio CONTE, ha confermato che l’IMU potrà essere pagata in tre rate (fermo restando la necessaria ratifica in Parlamento):
  • al 18 giugno 2012 la prima rata pari al 33% del dovuto annuale;
  • al 17 settembre 2012 la seconda rata pari ad un altro 33%;
  • e al 17 dicembre 2012 il saldo a conguaglio.
E’ bene puntualizzare che all’atto del pagamento del saldo di dicembre, le aliquote IMU deliberate dal Comune potrebbero essere aumentate.
Paradossale ci sembra che la quota a favore del Comune e quella a carico dello Stato debba essere calcolata dal contribuente in sede di compilazione del modello F24. 
I Comuni intanto tramite il Presidente dell’ANCI hanno dichiarato fermamente la loro opposizione alla rateizzazione:
  • se le tre rate saranno confermate anche per le seconde case i comuni subiranno un effetto “devastante per le loro casse”.
 Il relatore invece ha confermato che non ci sarà nessuno sconto IMU per gli anziani che dimorano in case di riposo, essendo tenuti a pagare secondo le normali aliquote sull’abitazione principale.
Sono previsti sconti invece per l’IMU da pagare:
  • Sugli immobili dell’edlizia sanitaria;
  • Sulle abitazioni di interesse storico;
  • sulle abitazioni locate a canone concordato.
In ogni caso restiamo in attesa dell’approvazione del Parlamento attesa per lunedì 16 aprile 2012. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here