IMU: istituiti i codici tributo utilizzabili dal 18 aprile 2012. Ris. n. 35/E del 12-04-2012..

A partire dal 18 giugno 2012 potranno essere utilizzati i seguenti codici tributo per il pagamento dell’acconto IMU:

  • 3912  – IMU – imposta municipale per abitazione principale
    e relative pertinenze – COMUNE; 
  • 3913 –  IMU – imposta municipale per fabbricati rurali adibiti ad uso
    strumentale – COMUNE; 
  • 3914 –  IMU – imposta municipale per terreni –
    COMUNE;
  • 3915 –  IMU – imposta municipale per terreni – STATO; 
  • 3916 –  IMU – imposta municipale per aree fabbricabili –
    COMUNE; 
  • 3917 –  IMU – imposta municipale  per aree fabbricabili –
    STATO;
  • 3918 –  IMU – imposta municipale per altri fabbricati – COMUNE; 
  • 3919 –  IMU – imposta municipale  per altri fabbricati –
    STATO;
  • 3923 –  IMU – imposta municipale – interessi su accertamento – Comune; 
  • 3924 –  IMU – imposta municipale – sanzione su accertamento – Comune; 

E’ bene precisare che tali codici tributo, separati tra Comune e Stato, occorreranno al contribuente per dividere l’imposta dovuta allo Stato dall’imposta dovuta al Comune. (Un ulteriore onere a carico dei cittadini ndr).

La risoluzione n. 35/E/2012 CHE HA ISTITUITO I CODICI TRIBUTO IMU ha precisato che in caso di ravvedimento operoso per pagamento in ritardo del tributo IMU le sanzioni e gli interessi dovranno essere versati unitamente all’imposta dovuta.

Guida alla Compilazione F24:
sezione modello: SEZIONE IMU E ALTRI TRIBUTI LOCALI;
codice tributo: indicare il codice tributo interessato al pagamento come sopra evidenziato.
codice ente/codice comune: riportare il codice catastale del comune in cui è situato l’immobile;
Ravv.: contrassegnare la casella se il pagamento è effettuato in ritardo tramite ravvedimento;
Acc.: contrassegnare la casella se il pagamento si riferisce all’acconto di giugno;
Saldo: barrare la casella  se il pagamento si riferisce al saldo di dicembre;
Numero immobili:  numero degli immobili a cui si riferisce il pagamento;
Anno di riferimento: indicare l’anno a cui si riferisce il pagamento;.
Importo: indicare l’importo del versamento.

Articoli correlati:
La guida PRATICA al calcolo IMU.
Possibile il pagamento in tre rate 14 aprile 2012.
Quanto si paga in più rispetto all’ICI.
Decreto fiscale: IMU in tre rate, salvi gli anziani.
IMU: Complicazioni F24.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here