Franchigia frontalieri con riduzione, detrazioni per i familiari dei non residenti, proroga versamenti degli alluvionati, proroga agevolazione rientro cervelli. Queste le altre novità dal milleproroghe.

Come detto nel precedente articolo, è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale, in data 28 febbraio 2012. la Legge di conversione del decreto “Milleproroghe”. Vediamo le altre novità.

Franchigia frontalieri.

Ridotta la franchigia di esenzione dalle imposte sui redditi spettante ai frontalieri.
Per gli anni precedenti era stata concessa per euro 8.000.00, mentre per il 2012, anche se confermata, è stata fissata in euro 6.700,00.    
Spetta ai soggetti residenti in Italia che percepiscono redditi da lavoro dipendente e che quotidiamente si recano all’estero per svolgere la prestazione lavorativa cosidetti frontalieri. Per Estero, in questo caso,  si intendono i Paesi limitrofi all’Italia e le  zone oltre frontiera quali ad esempio: l’Austria, S.Marino, la Francia, Città del  Vaticano, il Principato di Monaco.  

Detrazioni per familiari a carico per i soggetti non residenti.
E’ stata riconfermata la SPETTANZA della detrazione per carichi di famiglia a beneficio dei «non residenti», come introdotta dalla Legge 244/2007 (Finanziaria 2008), che ha derogato al disposto previsto dal comma 3, art.24 del DPR 917/73 (TUIR).  
Tale detrazione fiscale viene riconosciuta ai soggetti non residenti nel momento in cui possano dimostrare:

  • che i familiari a carico non percepiscono singolarmente redditi annui superiori ad euro 2840,51 al lordo degli oneri deducibili;
  • che in tale computo sono inseriti anche eventuali redditi percepiti dai familiari fuori dal territorio dello Stato Italiano;
  • che il soggetto non residente destinatario della detrazione non beneficia nello Stato di residenza di alcuno sgravio fiscale per carichi di famiglia.
Sospensione dai versamenti delle imposte fino al 30 giugno per gli alluvionati del 2011.

I contribuenti “alluvionati” colpiti da eventi metereologici eccezionali avvenuti nel 2011, residenti nei territori delle Province di La Spezia, Massa Carrara, Genova, Livorno, Messina, Matera e del comune di Ginosa (nella provincia di Taranto), per gli adempimenti relativi ai versamenti di imposte e contributi previdenziali ed assistenziali  e contro gli infortuni, potranno usufruire della proroga, appositamente prevista per i contribuenti alluvionati, fino al 30 giugno 2012.
I pagamenti degli importi sospesi riprenderanno dal 16-07-2012, in maniera rateizzata, e fino a 6 rate mensili di eguale importo.

Proroga di due anni per l’incentivazione al rientro dei “cervelli”.
Sono prorogati fino al 2015 i benefici fiscali previsti “per il rientro dei cervelli” per incentivare, in sostanza. il rientro nel nostro Paese dei cittadini comunitari che abbiano maturato all’estero esperienze significative di ordine culturale e professionale.
I requisiti posseduti previsti dalla Legge 238 del 2010 attribuiscono un beneficio fiscsale prorogato di due anni e cioè fino al 31-12-2015 rispetto al previgente termine del 31-12-2013.
L’agevolazione riguarda il riconoscimento di una soglia di esenzione della base imponibile IRPEF. 
Essi infatti sono tenuti a dichiarare il 20% del reddito imponibile se donne, ed il 30% del reddito imponibile se uomini purchè laureati e nati dopo il 1° gennaio 1969, quando vengano assunti o intraprendano in proprio un’attività di lavoro autonomo o di impresa nel territorio dello Stato Italiano e contestualmente trasferiscano il domicilio o la residenza nel nostro Paese.

Tali soggetti devono anche possedere alla data del 20-01-2009 un titolo universitario anche post laurea e la residenza in Italia per almeno 2 anni, ed aver svolto all’estero. negli ultimi 24 mesi, un’attività di lavoro dipendente o autonoma.

L’agevolazione spetta anche ai cittadini europei che possiedono i requisiti, in questo caso, a partire dal 20 gennaio 2009 e non  alla data del 20 gennaio 2009.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here