Home NEWS Rendite vitalizie, usufrutti a vita, aggiornate le modalità di calcolo delle imposte...

Rendite vitalizie, usufrutti a vita, aggiornate le modalità di calcolo delle imposte di registro, successione e donazione.

Sono stati aggiornati i criteri di calcolo dei diritti di usufrutto a vita, delle rendite vitalizie e delle pensioni, ai fini delle imposte di registro,successione e donazione.

Sulla Gazzetta Ufficlen. 303 del 22-12-2011 il Ministero dell’Economia ha pubblicato i nuovi coefficienti da applicare al calcolo, a partire dal 1-01-2012, in seguito all’aumento di un punto percentuale del tasso di interesse legale, passato dall’ 1,5% al 2,5%.(D.M. 12-12-2011).

L’aggiornamento delle rendite vitalizie, degli usufrutti a vita e delle pensioni, è prescritto dall’art. 3 co. 164 della L. 662/1996, e demandato al Ministero delle Finanze quando vi sia stato incremento del tasso di interesse legale.

I nuovi coefficienti sono da applicare:

  • agli atti pubblici;
  • agli atti giudiziari pubblicati o emanati,
  • alle scritture private sia autenticate che non autenticate che siano presentate per la registrazione;
  • alle successioni ed alle donazioni aperte o eseguite dal 01-01-2012.

Aggiornato quindi il prospetto alllegato al TUIR  con i coefficienti divisi per età.

    Tale prospetto occorre nel caso in cui ad esempio si acquista la nuda proprietà di un immobile mentre l’usufrutto rimane riservato al venditore.
    La tassazione ai fini delle imposte dirette sarà effettuata sulla differenza tra il valore della piena proprietà ed il valore dell’usufrutto, come disposto dall’art. 48 del DPR 131/86.

    Per fare ciò occorre moltiplicare la rendita annua dell’immobile * il tasso di interesse legale * il coefficiente corrispondente all’età dell’usufruttuario.

    Fonte : Fisco Oggi.

    Tabella