Home NEWS Pubblico impiego: il Decreto Monti permette la violazione dei tetti di retribuzione.

Pubblico impiego: il Decreto Monti permette la violazione dei tetti di retribuzione.

 Il Decreto Monti mette mani sul tetto delle retribuzioni e dei rimborsi dei dipendenti pubblici.

L’art. 23-ter della manovra ha previsto la possibilità di ridurre senza limiti le retribuzioni dei dipendenti e degli autonomi che hanno mansioni presso le Amministrazioni Pubbliche.

In principal modo le deroghe ai tetti retributi, quando motivate, andranno a ridurre gli emolumenti corrisposti ai funzionari che ricoprono mansioni e  posizioni apicali delle rispettive amministrazioni.

Inoltre si stabilirà un tetto ai rimborsi spese.

E ciò che prevede la manovra Monti, nella versione definitiva approvata dalla Commissione e su cui il Governo ha posto la fiducia alla camera.

Fonte: Italia oggi.