Pubblicato il decreto salva-italia. Allo Studio spostamento di un anno dell’IMU, ed innalzamento al 3% degli importi scudati.

Pubblicato sul supplemento ordinario n. 251 della G.U. del 6-12-2011 n. 254 il decreto legge n. 201 del 6-12-2011 c.d. salva-italia già in vigore quindi dal giorno 6 dicembre 2011.

Oltre alle misure già previste e da noi pubblicate il giorno 4-12-2011, il Governo sembra aprire a delle eventuali modifiche:

– innalzamento della soglia dell’assegno di pensione oltre il quale si avrà diritto alla perequarazione annuale;
– studio per spostare al 2013 l’introduzione della nuova IMU.
– per quanto riguarda la ritassazione degli importi scudati, oltre a prevedere un aumento al 3% dell’incremento di tassazione, dubbi sono sorti da parte dei tecnici del Governo sull’individuazione dei soggetti passivi. Infatti rivolgendosi agli intermediari che hanno scudato gli importi per ritassare i rientri dei capitali, nel frattempo i soggetti che hanno aderito alla norma potrebbero aver spostato gli stessi capitali, ma riteniamo che in tal caso, l’imposizione sia indipendente dall’esistenza o meno delle risorse necessarie per il pagamento presso gli intermediari che hanno effettuato l’operazione.
– ci sembra eccessivo intanto la norma che prevede il pagamento in contanti non superiore a 500 euro quando l’erogazione è ricevuta da pubbliche amministrazioni. In tal caso i pensionati che magari non hanno mai visto una carta di credito si vedrebbero costretti in tenera età a cambiare le proprie abitudini con aggravio di tempo e pensieri che certamente si potrebbero evitare nel passaggio della loro tranquilla terza età.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here