Entro il 31-03-2012 obbligo dell’invio della comunicazione dei beni concessi a soci e familiari.

il Direttore dell’Agenzia delle Entrate con Provvedimento del 16-11-2011 ha stabilito “le modalità ed i termini di invio” della comunicazione dei beni concessi a soci o familiari.

Obbligati all’invio della comunicazione, prevista dall’art. 2 c. 36-sexiesdecies DL. 138/2011 del 12-08-2011 (manovra-bis), sono le imprese che hanno concesso propri beni in godimento ai soci o familiari.
In alternativa, nel caso l’impresa non assolva all’adempimento, la comunicazione potrà essere inviata anche dalle stesse persone fisiche che hanno ricevuto detti beni in godimento.


La comunicazione va inviata entro il 31 marzo 2012 in relazione all’anno 2011 e successivamente ogni 31 marzo in riferimento ai beni concessi in godimento nell’anno precedente.


In particolare si evidenzia che si è obbligati alla comunicazione anche se il godimento dei beni, concesso nel corso del periodo d’imposta, sia ormai CESSATO al 31 dicembre dello stesso periodo d’imposta.

L’elenco dei beni concessi ai soci ricevuto dall’amministrazione finanziaria (tramite la comunicazione de qua) sarà utilizzato per reperire informazioni utili ai fini dell’emissione di accertamenti sintetici nei confronti delle persone fisiche latori delle concessioni.

Tale attività di controllo e accertamento sarà espletata dagli Uffici in maniera sistematica, ossia per ogni periodo d’imposta.

Gli accertamenti potranno riguardare non solo l’anno 2011 ma anche i periodi d’imposta precedenti e non prescritti.
Sarà quindi necessario, per coloro che siano soci o familiari di società o di imprese da cui abbiano ricevuto beni aziendali in godimento, verificare la propria posizione fiscale in riguardo alla valutazione del reddito effettivamente conseguito nel medesimo periodo d’imposta mediante  il confronto con il reddito presunto derivante dall’applicazione del redditometro.

Aggiornamento dell’8-3-2012. Il termine per l’invio della comunicazione prevista per il 2 aprile 2012 in quanto il 31 marzo cade in giorno festivo, E’ PROROGATO A DATA DA DESTINARSI.

Condividi:
Share

consulente

more recommended stories

Share