Home NEWS Manovra-bis: Berlusconi contro tutti.

Manovra-bis: Berlusconi contro tutti.

Berlusconi: “Il mio cuore gronda sangue”

Alla nascita di questa nuova manovra quasi tutti hanno digrignato i denti, dai compagni di partito, alla stessa maggioranza, ai giornali amici. Belpietro, direttore di Libero, giornale di indiscusso pensiero filogovernativo ha titolato “Cribbio hanno aumentato le tasse” e poi tutti gli altri, (probabilmente perchè erano toccate le sue tasse), il sub-conscio fa brutti scherzi.

Al di là della battuta, è pur vero che il premier aveva sempre spopolato con lo slogan “noi non metteremo mai le mani nelle tasche degli italiani” ma nessuno poteva immaginare cosa sarebbe successo, pur considerando che buona parte dei problemi l’hanno causati gli stessi governi e non la crisi mondiale, che non hanno saputo leggere e prevedere gli avvenimenti.

Ma inutilmente occorrerà piangere sul latte versato, tutti i giornali hanno valutato negativamente la manovra di ieri, l’opposizione e come detto anche alcuni della sua stessa maggioranza. E’ inutile fare ostruzionismo per il gusto di farlo, populismo, e demagogia.
 
Ma in una situazione così grave cosa si poteva fare di più veloce e incisivo se non quello che è stato fatto?

Per una volta che il premier ha fatto veramente la cosa giusta tutti si lamentano tranne Di Pietro.

Il percorso, ancora ed in ogni caso, non è facile, in Parlamento sarà abbastanza complicato far passare la soppressione delle province e il contributo di solidarietà doppio ai parlamentari.

Il tutto scritto da qualcuno che non è dalla parte del premier, ma devo dire che Bersani oltre a saper dire che “non va bene, aspettiamo che dicono, domani vediamo” non è riuscito a mettere in piedi una controproposta realista e degna di questo nome che non creda al sogno che i numeri si possano inventare come le canzoni.