Published On: mar, Giu 21st, 2011

Contratto di finanziamento tra società e privato.

NORMATIVA E MODELLO DI CONTRATTO DI FINANZIAMENTO “PRIVATO”

tra societa’ commerciali e privati o altri finanziatori diversi da Banche e Finanziarie.

Operazione di finanziamento consentita da deliberazione CICR/2005.


Si pone con frequenza il dubbio, se una società di capitali (come ad esempio una s.r.l. commerciale) possa ricevere un finanziamento da “un soggetto privato, terzo non socio” (o altre società o enti non finanziatori istituzionali) vista l’attuale difficoltà delle imprese di accesso al credito bancario.

IL NOSTRO MODELLO PRECOMPILATO NASCE DA UN ATTO REALE 

Ci riferiamo alla possibilità di raccolta di risparmio tra il pubblico o acquisizione di finanziamenti, non consentita in linea generale alle imprese commerciali, ma esclusivamente agli operatori professionali ossia a Banche e società Finanziarie, come da vigente normativa bancaria (T.U.B).

In linea generale, come detto, tale tipologia di soggetti – le società commerciali, industriali o artigiane – non possono ricevere prestiti o acquisire finanziamenti da privati (come ad esempio potrebbero essere i familiari di un socio) in quanto non gli è consentito effettuare raccolta di risparmio tra il pubblico (permesso solo a Banche Istituti finanziari in genere).

 
Ma a tale rigida regola di legge, fa eccezione quanto stabilito dal C.I.C.R., con deliberazione 1058/2005 (che troverete perfettamente menzionata nel modello)  che permette l’acquisizione di finanziamenti anche:
 
1) Dai soci che abbiano acquisito (nella società da finanziare) partecipazioni da almeno 3 mesi, e che detengano almeno il 2% del capitale sociale. Questi potranno erogare «finanziamento in conto socio» alla società partecipata, purché ciò sia consentito «dallo Statuto sociale». 

2) E da altri soggetti diversi (come nel nostro caso), quando tale finanziamento risulti da REGOLARE contratto di PRESTITO stipulato mediante trattative private e mediante contratto di finanziamento in cui sia indicato «la natura» del prestito. Secondo il CICR, quindi,  non costituisce (da parte della società) “raccolta di risparmio tra il pubblico” l’acquisizione di un finanziamento privato ricevuto da un “terzo” anche non socio.

Le condizioni per l’ammissibilità di tale operazione di finanziamento quindi sono due: 1) la trattativa privata e non pubblica, 2) l’inserimento nell’accordo della natura e destinazione del prestito.

Ciò è indicato all’art. 2 comma 2 della delibera suddetta che recita:

«Non  costituisce  raccolta del risparmio tra il pubblico quella effettuata: in connessione all’emissione di moneta elettronica; presso   soci,  dipendenti  o  società  del  gruppo  secondo  le disposizioni della presente delibera; sulla  base  di  trattative  personalizzate con singoli soggetti, mediante contratti dai quali risulti la natura di finanziamento».

Qui vi proponiamo il nostro modello di contratto di finanziamento già pronto per l’utilizzo, derivante da operazione reale dove una società ha ricevuto in prestito la somma di euro 200MILA per investimenti immobiliari e precisamente per l’acquisto di un’area edificatoria al fine di realizzare un complesso alberghiero per il quale la società era già in possesso di preliminare di acquisto della struttura da edificare (quindi esiste: NATURA E DESTINAZIONE DEL FINANZIAMENTO DA INDICARE IN CONTRATTO).
 
Nell’esempio la società finanziata si è impegnata a restituire il finanziamento ricevuto dal terzo privato non socio dopo 18 MESI dalla data di erogazione, ovviamente gravato dagli interessi passivi (da concordare in contratto) A FAVORE del finanziatore.
 
Un modus, una possibilità,  nella fattispecie di una società immobiliare, per realizzare alti guadagni e CREARE IMPORTANTI immobilizzazioni, senza avere alcuna risorsa finanziaria di partenza, e senza dover passare dal giogo delle banche, ma acquisendo un finanziamento con trattative private. 
 
In questa ipotesi il finanziatore non avrà problemi per eventuali insolvenze e mancata restituzione del finanziamento da parte della società, in quanto, potrà stabilire in contratto (come nel modello qui acquistabile) che in caso di inadempienza della società mutuataria il mutuante diventerà proprietario dell’immobile acquistato.
 
TUTTO CIO’ E’ LEGALE E CONSENTITO E IL DEBITO CONTRATTO DOVRA’  ESSERE REGISTRATO IN CONTABILITA’ ALLA VOCE  “FINANZIAMENTI NON ISTITUZIONALI ACQUISITI DA TERZI CON DESTINAZIONE ….”. 
 

Se hai bisogno di effettuare tale operazione di finanziamento privato, secondo quanto previsto dalle norme in materia bancaria, fiscale e contabile, ricevendo denaro in prestito da un familiare o anche da soggetti diversi estranei, oppure da soggetti con personalità giuridica DIVERSI DA BANCHE E FINANZIARIE, senza rischiare di incorrere in sanzioni civili e penali, in riferimento alle norme in essere anche in materia di antiriciclaggio e auto-riciclaggio, il modello pronto ti sarà strumento utilissimo.

 
Attenzione, all’operazione di finanziamento privato occorre conferire data certa. A tale scopo consigliamo, una volta effettuata la sottoscrizione, di contro-inviare (tra le parti) lo stessa scrittura a mezzo piego raccomandato a.r..
 

 

 
Il modello deriva da contratto di finanziamento reale erogato da privato a società! 
 
Acquisto garantito dalla formula soddisfatto o rimborsato
 
Dopo la procedura di pagamento il file acquistato ti sarà immediatamente disponibile dalla stessa maschera di inserimento dei dati e inoltre inviato alla casella di posta elettronica.

L’acquisto permette di ottenere due modelli diversi entrambi estratti da operazioni reali e vere.
APPROFITTA SONO MODELLI DI VALORE MOLTO SUPERIORE

 

Pagamento con carta di credito circuiti visa-mastercard-american express-paypal. Se non avete un conto paypal cliccate comunque su “Crea conto paypal” che vi darà la possibilità di pagare con una normale carta di credito o prepagata.

Responsabile del modello: G.Merola commercialista – revisore contabile – contrattualista iscritto all’ODCEC di Sala Consilina al n. 101 A, dal 20-5-2000.

 contenuti aggiornati al 01 DICEMBRE 2017

Condividi:
Share

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Share