Diritto camerale segue i versamenti di UNICO.

Il ministero dello Sviluppo economico con la circolare n. 103161 del 30 maggio 2011 ha confermato l’applicabilità della proroga, prevista per i versamenti da UNICO, anche per il “diritto annuale” dovuto alla Camera di Commercio,  che quindi può essere pagato il 6 luglio 2011 anziché il 16 giugno. 

Questo per tutte le persone fisiche anche titolari di partita IVA.

Invece per i soggetti diversi dalle persone fisiche, seguendo lo stesso ragionamento utilizzato dal DPCM 12-05-2011 per i versamenti delle imposte, è prevista la proroga al 6 luglio senza maggiorazioni a condizione che per essi viga l’applicabilità degli studi di settore.

Si ricorda che il pagamento era previsto per il 16 giugno senza maggiorazioni ed entro il 16 luglio con la maggiorazione dello 0,40%.

La circolare suddetta in sostanza spiega che i termini per il pagamento del diritto camerale sono differiti al 6 luglio senza maggiorazione e al 5 agosto con maggiorazione, a condizione che trattasi di persone fisiche titolari di reddito d’impresa (anche se non soggetti a studi di settore), o di soggetti diversi che sono soggetti a studi di settore. Quindi in conclusione resta il termine del 16 giugno senza maggiorazione per tutti i soggetti diversi dalle persone fisiche per i quali non sono applicabili gli studi di settore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here