Rimodulazione scadenze: facciamo un "résumé globale" delle scadenze approfittando del comunicato stampa del 12 maggio 2011.

L’Agenzia delle Entrate con un “comunicato stampa emanato il 13 maggio 2011” ha reso noto quanto disposto dal D.P.C.M., firmato il 12 maggio, ai fini dello slittamento dei termini di pagamento di “imposte dirette, irap, (pensiamo anche IVA a saldo 2011), acconto cedolare secca”  che potranno essere versate il 6 luglio 2011 anzichè il 16 giugno (senza maggiorazione). Coloro che vorranno invece avere più tempo per pagare potranno farlo entro il 5 agosto 2011 maggiorando gli importi dello 0,40%.
 La novità è che quest’anno potranno avvalersi dello spostamento anche le persone fisiche non titolari di partita IVA, mentre per tutti gli altri lo spostamento in avanti si riferisce solo alle imprese soggette agli studi di settore (esempio: i soggetti diversi dalle persone fisiche non tenuti agli studi di settore verseranno entro il 16 giugno …).


Anticipata quest’anno la solita proroga di agosto: tutti i versamenti a cui si è tenuti dal 1 agosto al 20 agosto slittano al 22 agosto (in quanto il 20 cade di sabato).

In particola l’IVA di luglio 2011 o secondo trimestre 2011, l’INPS minimale commercianti ed artigiani, l’INAIL per chi paga a rate, il DM10, ecc…
Eccezione sono i versamenti da Unico che dovranno essere effettuati in ogni caso  entro il 5 agosto 2011 e non  potranno essere spostati in quanto già godono del differimento dal 6 luglio al 5 agosto stesso.



———————————————————————


Sul fronte 730, stravolti i termini:

per i contribuenti:

  • consegna al datore di lavoro 16 maggio anzichè 30 aprile.
  • consegna ai CAF o professionisti abilitati 20 giugno anzichè 31 maggio 2011.

per i Caf:

  • la trasmissione del 730 slitta dal 30 giugno al 12 luglio 2011.
 ———————————————————————

Riepilogando per noi e per tutti i nostri colleghi (sperando di non dimenticare nulla):

  • 30 maggio. Trasmissione bilanci europei per coloro che hanno approvato il 30 aprile o 30 giorni dall’approvazione, o come previsto da statuto ma non oltre il 29 giugno come data di approvazione.
  • 16 giugno. Pagamento dell’acconto ICI e diritto annuale camera di commercio.
  • 6 luglio. Versamenti da UNICO 2011 sia da parte delle persone fisiche che dei soggetti diversi dalle persone fisiche quali imprese soggetti a studi di settore. (5 agosto con maggiorazione dello 0,40%).
  • 12 luglio. Trasmissione 730/2011 da parte dei Caf e professionisti abilitati.
  • 31 luglio. Trasmissione 770/2011.
  • 5 agosto. Pagamenti risultanti da UNICO con maggiorazione dello 0,40%.
  • 22 agosto. Pagamento IVA mensile o trimestrale, contributi inps minimi artigiani o commercianti, Inail se rateizzata, DM10, ed ogni versamento che sarebbe dovuto entro il 16 agosto quale ad esempio quello relativo alle ritenute d’acconto…
Nel comunicato parla di spostamento dal 16 giugno al 6 luglio solo di “imposte dirette, dell’Irap e dell’acconto della cedolare secca sugli affitti” , ma riteniamo che il differimento riguardi anche l’IVA (saldo 2010)  per coloro che effettuano il pagamento dell’imposta unitamente all’ UNICO 2011 e non abbiamo effettuato il conguaglio al 16 marzo 2011.

Questo sembra un escursus delle principali scadenze da tenere a mente.

Fonte: Comunicato Ufficio Stampa Agenzia delle Entrate del 13 maggio 2011.
 
A cura di Giuseppe Merola – Commercialista in Sapri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here