Equitalia: Befera e Mastropasqua difendono l’operato di Equitalia…nota 10 maggio 2011. Vessazione ?

Befera -direttore dell’Agenzia delle Entrate- e Mastropasqua -direttore dell’Inps-, il 10 maggio 2011, hanno diffuso una nota congiunta sul sito di Equitalia di cui sono soci rispettivamente al 51% (Ade) e 49% (Inps).L’attività di Equitalia hanno detto è un’attività importante e complessa che ha per oggetto la riscossione di tasse e contributi sottratti allo Stato ed alla comunità.
E’ stato stimato che ogni anno vengono evase o impagate tasse e contributi per circa 120 miliardi di euro; e vista l’enormità del fenomeno diventa necessario contrastarlo con estrema fermezza.
Una legge statale ha affidato ad Equitalia il difficile compito di riscuotere in nome e per conto delle Amministrazioni quanto dovuto dai contribuenti.
Per il ruolo importante che riveste Equitalia, che recupera risorse per conto dello Stato e quindi dei cittadini, i soci vogliono manifestare la loro preoccupazione circa una campagna vessatoria e ingiusta contro la stessa agenzia con aggressione a funzionari e manifestazioni presso le sedi dell’Agenzia di Riscossione. 
Si vuole rimarcare quindi come la stessa Equitalia, svolga un ruolo ingrato ma nel rispetto delle leggi statali nonché nell’interesse dei cittadini e della comunità tutta.
Fonte: Equitalia.
Nostro commento:
Si vuole assentire senza ombra di dubbio all’importanza che riveste l’Agenzia per i cittadini e la macchina statale, c’è da dire però, in ogni caso, che l’attività di Equitalia diventa assillante quando:
  • vengono notificate cartelle di pagamento per tasse o contributi non dovuti, realtà dei fatti che capita abbastanza spesso;
  • il contribuente e chi lo assiste siano costretti, malgrado nulla sia dovuto, a difficoltose operazioni per l’annnullamento di cartelle indebite con notevole dispendio di tempo e di risorse;
  • quando la stessa Agenzia delle Entrate e l’Inps a dispetto di quello che dice Befera e Mastropasqua sono i primi ad ordinare ad Equitalia indebite richieste per negligenza dei loro funzionari che emettono ruoli non dovuti.
Quindi egregi Befera e Mastropasqua, venite nei nostri studi a dare un’occhiata, vedrete che la vessazione esiste, eccome, quando giungono cartelle esattoriali ingiuste ed anche di rilievo, con iscrizione ipotecaria ingiuste, perchè il contribuente molto semplicemente non deve nulla.
Allora, non ci nascondiamo dietro ad Equitalia, per negligenza invece di ADE ed INPS.
Perseguiamo l’evasione fiscale che speriamo prima o poi dovrà scomparire, perseguiamo l’equità fiscale, ma facciamolo con interventi mirati e responsabili solo sui veri evasori con attenzione ed oculatezza, non vessiamo un povero contribuente che per mero errore di un funzionario si vede indebitamente ipotecata l’abitazione dei suoi cari.
Concordiamo che Equitalia è solo il braccio di un Amministrazione statale che spesso colpisce ingiustamente coloro che sono nelle regole, lasciando invece liberi i veri e grandi evasori.
A cura di Giuseppe Merola – Commercialista in Sapri.