Home NEWS INPS: Ricongiuzione periodi ASSICURATIVI Liberi Professionisti.

INPS: Ricongiuzione periodi ASSICURATIVI Liberi Professionisti.

Con la circolare n. 54 INPS del 16.03.2011 l’Istituto ha definito i termini per la ricongiuzione di periodi assicurativi da parte di liberi professionisti alla gestione INPS medesima.
Ciò ai sensi della legge 5.03.1990 n. 45.

La circolare fornisce anche la procedura per accedere ad un piano di rateizzazione dell’importo da ricongiungere, ossia del costo della ricongiunzione.

Con circolare n. 59 del 9.04.2010 sono stati forniti coefficienti da utilizzare per i piani di ammortamento degli oneri di ricongiunzione relativi alle domande presentate nel corso dell’anno 2010, ed aggiornati in base al tasso di variazione medio annuo dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati accertati dall’Istat per il 2009 (1,6%), come previsto dal comma 3 dell’art. 2 legge 45/90.

Trattasi di professionisti che per determinati anni hanno svolto la libera professione con conseguente iscrizione obbligatoria alla cassa previdenza di appartanenza.
Nel momento in cui rientrano quali dipendenti di aziende private, soggette alla contribuzione INPS ed al fine di non perdere gli anni versati alla Cassa Privata, possono richiedere la ricongiunzione di tali anni per non perdere il diritto pensionistico INPS degli interi 15 anni.
Facendo un esempio:
Un geometra ha maturato, prima di svolgere la libera professione, 10 anni di contribuzione INPS quale dipendente.
Successivamente per cinque anni invece ha svolto l’attività autonoma di geometra versando la contribuzione alla relativa cassa privata.
Nel momento in cui, dopo i 5 anni,  ritorna ad essere dipendente, o per cessata attività o per altro motivo, e quindi riprenderà a versare indirettamente la contribuzione INPS, gli sarà conveniente ricongiungere tali 5 anni versati alla cassa previdenza geometri, nella gestione INPS, in quanto cumulerebbe appunto quindici anni  di contribuzione INPS sino al momento del ritorno all’attività di lavoro dipendente.
La ricongiunzione dei 5 anni affinchè venga riconosciuta dall’ISTITUTO, comporterà:
  •  da una parte il travaso di quanto versato alla cassa previdenza geometri all’INPS;
  •  per l’eccedenza ancora occorrente il soggetto dovrà versare una determinata somma (ovviamente variabile) ai fini della ricongiunzione di tali 5 anni.
Affinchè tale operazione avvenga in maniera corretta ma anche indolore dal punto di vista finanziario è stata prevista tale forma di versamento attraverso un piano a rate.
Tale può essere anche il caso in cui il soggetto voglia un giorno ricevere una doppia pensione, ossia quella della cassa previdenza geometri e quella INPS, nel caso svolga una doppia attività.