Telefisco 2011: chiarimenti sulle compensazioni di crediti con debiti iscritti a ruolo.

27

Divieto di compensazione dei crediti in presenza di ruoli non pagati.
Nel corso di Telefisco 2011, l’Agenzia delle Entrate ha puntualizzato quanto già comunicato il 14 gennaio 2011, confermando:
  • l’inapplicabilità delle sanzioni, in caso di compensazione indebita, fin quando non sarà emanato il decreto ministeriale attuativo;
  • che l’inapplicabilità delle sanzioni opera a  condizione che la compensazione non intacchi  i crediti occorrenti per pagare i ruoli esistenti, quindi consentendo di compensare l’eventuale eccedenza del credito rispetto ai debiti iscritti a ruolo. 
  • che al contribuente dopo il decreto di attuazione non sarà consentito effettuare la compensazione di propri crediti, tramite f24, fino a quando non avrà estinto l’intero debito scaduto presso Equitalia superiore a 1.500 euro. 
Sul punto, l’Agenzia dice qualcosa in più, ossia  che il divieto di compensazione  sarà  vigente  in riferimento ai ruoli  già notificati nell’anno 2010 e per tutti quelli che alla data di entrata in vigore della legge, ossia alla data del 1 Gennaio 2011, abbiamo debiti erariali presso Equitalia il cui termine di pagamento sia già scaduto. 
Fonte: Fiscoetasse. 
(Visited 2 times, 1 visits today)

_________________________________

_________________________________



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here