Published On: mar, Gen 11th, 2011

Fotovoltaico: Mercato in continua crescita.

Il settore degli impianti fotovoltaici è un mercato in continua crescita, che bisogna considerare in prima battuta da chi vuole intraprendere una nuova attività imprenditoriale,  e in secondo luogo da sfruttare all’infinito per altri tre motivi:
  • Il nostro Paese non ha risorse energetiche tradizionali (gas e petrolio) che coprono il fabbisogno del Paese;
  • Gli utilizzatori di impianti fotovoltaici avranno un notevole risparmio economico rispetto al consumo di altre forme di energia, elettrica e del gas;
  • Notevole miglioramento sul fronte della Green Economy.
Complessivamente nel 2010 il mercato del fotovoltaico è raddoppiato rispetto all’anno precedente e le stime per il 2011 sono analoghe. Ad annunciarlo è stato l’osservatorio internazionale iSuppli, che analizzando il mercato italiano ha determinato in 3,9 GW il totale della potenza installata nell’anno 2010.
Certamente tali risultati sono stati conseguiti soprattutto per gli incentivi statali previsti per gli installatori, ma le stime di sviluppo per il 2011 sono molto incoraggianti sia pe le agevolazioni suddette sia per il potenziale che esprime geograficamente il nostro Paese.
Ci sono ovviamente alcune criticità quale l’esaurimento delle risorse del conto energia e la instabile situazione politica del nostro Paese. In ogni caso il comparto mostra notevoli segnali positivi e come detto l’impiego del fotovoltaico può innescare un ciclo virtuoso che  scambia sinergie e ritorno di vantaggi che si stimolano tra di loro, quali:

1) Lo sviluppo esponenziale delle aziende che operano nel settore;
2) Il risparmio dello Stato in termini di importazioni di gas e combustibili dall’estero;
3) Il risparmio economico delle famiglie e, non ultima, l’autonomia del proprio sistema energetico rispetto ad eventuali malfunzionamenti della rete elettrica o del gas.

Condividi:
Share

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Share