Home ECONOMIA Decreto Milleproroghe: Approvato ieri dal Consiglio dei Ministri.

Decreto Milleproroghe: Approvato ieri dal Consiglio dei Ministri.

Come tradizione è arrivato anche quest’anno l’approvazione del decreto milleproroghe. Tra i provvedimenti di maggior rilievo:
  • Rifinanziamento del 5 per mille per le associazioni di volontariato, onlus, università ed enti di ricerca. Riallocati i 300 milioni mancanti dei 400 previsti di cui 100 già stanziati per i malati di SLA con la legge di stabilità. Non sono occorse nuove risorse incidenti sul bilancio statale in quanto 50 milioni sono arrivati dall’estinzione del fondo per i ripiani dei comuni in dissesto finanziario, 50 dai brevetti, 9 dalle sanzioni antritust, ed altri recuperi minori. Mancherebbero, per completare i 300,  95 milioni che probabilmente saranno presi dalla diminuzione di 100 milioni del fondo per l’editoria e dell’emittenza radiotelevisiva locale previsto dalla legge di stabilità;
  • Proroga al 30 giugno 2011 dei versamenti di imposte e contributi delle imprese e  persone fisiche colpite dalle alluvioni nel Veneto. Si ricorda che la proroga riguarda solo imprese e cittadini che hanno ricevuto ordinanza di sgombro o evacuazione con successiva conferma dei danni da parte del Commissario straordinario per l’emergenza alluvionati.
  • Differimento di un anno per l’entrata in vigore della riscossione diretta degli enti locali prevista per il 31-12-2010. In questo caso i comuni avranno tempo fino al 31/12/2011 per indire la  gara per la  concessione del servizio di riscossione diretta.
  •  Differimento del termine di approvazione e revisione degli studi di settore, previsto dalla precedente normativa per il 30 settembre di ogni anno,   al 31 dicembre 2011 e 2012. 
  • Proroga dell’efficacia anche  per il 2011 delle leggi regionali promulgate per le tasse  automobilistiche e per l’IRAP. Per quest’ultima la proroga si è resa necessaria per assicurare la continuità nel gettito fiscale fino all’entrate in vigore del federalismo fiscale.
  • Proroga per l’emersione degli immobili fantasma al 28 febbraio 2011. Di fatto i proprietari dovranno affrettarsi ugualmente alla regolarizzazione mediante richiesta di accatastamento poichè  entro questi due mesi  l’Agenzia del Territorio potrà comunque  attribuire una rendita presunta con le relative sanzioni, qualora appunto l’immobile non sia accatasto prima di tale procedura d’ufficio.
Altri provvedimenti riguardano la proroga al 30-06-2011 degli sgravi fiscali per il settore cinematografico.
Per gli appalti viene ridotto a 30 giorni il termine per il ricorso incidentale nei procedimenti amministrativi.
Proroga fino al 2014, per i precari della scuola, per l’inserimento in altre provincie rispetto a quella di appartenenza ancora a pettine e non a coda. 
fonte: Il sole 24 ore.
Gravemente penalizzate le emittenti televisive locali e l’editoria visto il servizio pubblico che esse svolgono in materia di informazione giornalistica non solo locale. In particolare per le emittenti locali è l’ennesimo colpo negativo ricevuto dal Governo, dopo altri tagli  ed anche con la riduzione delle frequenze disponibili per l’assegnazione delle stesse alla telefonia mobile.