Home NEWS Coronavirus, Uil: 10 mila posti di lavoro a rischio a Roma

Coronavirus, Uil: 10 mila posti di lavoro a rischio a Roma

Il crollo della presenza di turisti cinesi a causa del Coronavirus (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI – LA MAPPA DELLA DIFFUSIONE – FOTO) potrebbe mettere a rischio ben 10 mila posti nel settore a Roma. Lo rileva uno studio della Uil Lazio elaborato sui dati delle presenze cinesi nel contesto romano e regionale. La stima, secondo il segretario generale della Uil del Lazio, Alberto Civica, è che “le misure restrittive adottate, sia pur necessarie, comporteranno per il turismo della Capitale mancati introiti per 1,2 milioni di euro al giorno, ovvero 35 milioni in un mese e 425 milioni su scala annua”. Il calo dell’affluenza turistica “avrebbe un forte impatto anche in ambito occupazionale – sottolinea ancora Civica – un calo di cui certo non abbiamo bisogno, soprattutto in un anno in cui sono già stati persi 5 mila posti di lavoro e decine di aziende hanno dichiarato lo stato di crisi”. 
Virus, cattiva informazione e paura
“Purtroppo la diffusione del coronavirus, la cattiva informazione e la paura hanno messo in quarantena l’intera comunità cinese, anche quella residente da anni sul nostro territorio – commenta ancora Alberto Civica – si è trovato un nuovo nemico da isolare, da ghettizzare”. “Bene quindi la prevenzione, ma il costo dell’allarmismo rischia di generare un’ulteriore regressione culturale e di frenare la crescita di un settore a forte intensità di lavoro che soltanto negli ultimi anni ha recuperato le perdite dei lunghi anni della crisi” conclude il segretario della Uil Lazio.

Leggi tutto

 » Read More