Sanzioni disciplinari professionisti dopo la Riforma.

Share This
Tags
Le SANZIONI DISCIPLINARI, che saranno comminate ai professionisti che violano il Regolamento dell’Ordine di appartenenza,  hanno avuto una importante revisione da parte della RIFORMA DELLE PROFESSIONI, come da DPR 137 2012.   

  

1) I Procedimenti disciplinari saranno esaminati e comminati da Organismi esterni ed indipendenti dagli Ordini.
Le deliberazioni delle sanzioni disciplinari a carico dei professionisti, dopo la Riforma, saranno affidate ad organismi esterni agli Ordini, ed indipendenti dagli iscritti sotto sorveglianza.
Tale incarico sarà conferito ai costituendi CONSIGLI TERRITORIALI DI DISCIPLINA, che sebbene affiancati agli Ordini territoriali (i quali successivamente avranno esclusivamente funzioni amminstrative) saranno  deputati a  verificare e sanzionare, in maniera indipendente,  i comportamenti illeciti degli iscritti all’Ordine territoriale di appartenenza su cui il Consiglio avrà la vigilanza.

Ai fini dell’autonomia di tali nuovi organi giudicanti, i loro componenti saranno nominati dal Presidente del Tribunale nella cui circoscrizione è istituito l’Ordine territoriale.
Tali membri potranno anche non essere iscritti all’albo, mentre invece, per espressa previsione di legge,  non potranno essere scelti tra i componenti del Consiglio dell’Ordine in cui il professionista è iscritto.

2) Istituzione dell’Organo di Disciplina.
Entro 90 giorni dall’entrata in vigore del DPR 137 2012, ossia entro il 13 novembre 2012, i Consigli nazionali degli Ordini e degli Albi professionali dovranno stabilire (tramite l’emanazione di un regolamento)  le modalità di individuazione dei soggetti da proporre al Presidente del Tribunale quali componenti dell’organo Disciplinare.
L’elenco proposto dovrà riportare un numero doppio di componenti indicati rispetto a quelli da nominare.

Inoltre il nuovo “regime disciplinare”  ha previsto, in caso di dissenso del professionista sanzionato, la possibilità di ricorrere in secondo grado presso i Consigli disciplinari nazionali. 

3) Funzioni di vigilanza del Ministero.
Il Ministero avrà il compito di vigilare sullle attività dei nuovi Consigli di Disciplina, sia nazionali che territoriali, in merito alla corretta applicazione delle norme sanzionatorie.
In difetto, ossia quando l’Organo Disciplinare abbia violato gravemente e ripetutamente la legge, ne potrà disporre il commissariamento; tale provvedimento potrà anche essere preso dal Ministero, quando gli stessi Organi non siano in grado di avere un funzionamento regolare.

Entro il 13 novembre 2012 i Consigli nazionali degli Ordini dovranno emanare un Regolamento che  traccerà le modalità di ripartizione (tra i consiglieri dell’Ordine) delle funzioni di membri dei Consigli di disciplina – da proporre al Tribunale –  e membri del Consiglio Amministrativo.

FONTE: DPR 137-2012 In vigore dal 15-08-2012.

Commento RFW:
Ci auguriamo che tali nuovi Organi di vigilanza esecitino correttamente le funzioni a cui saranno deputati, con la dovuta imparzialità e fermezza, come nelle intenzioni del Legislatore.
Ciò al fine di salvaguardare l’interesse generale e quello dei colleghi, che oggi è spesso bistrattato, da taluni  professionisti, che continuano ad esercitare l’attività (complici gli Ordini territoriali troppo benevoli)  pur con procedimenti penali in corso, o con reiterate violazioni della deontologia professionale o con violazione evidente degli obblighi di formazione continua.

Potrebbe esserti utile anche ...
I PIU' VENDUTI C
Leggi INFOPRODOTTO – Tutti gli atti sono garantiti con la formula d'acquisto soddisfatti o rimborsati" Download diretto
RICORSO C/O AVVISO RETTIFICA VALORE TERRENI – Proforma di opposizione tributaria pronta all’ uso. Perfetta regola d’arte per ottenere annullamento avviso di rettifica. Contiene migliori sentenze della Cassazione che hanno affermato illegittimità presunzione medie di altri immobili venduti
€39.99 – Scarica Ora
Contratto di Finanziamento tra SOCIETA' E PRIVATO - Consentito da delibera CICR Banca d'Italia. Le società commerciali che non possono fare raccolta di risparmio tra il pubblico, possono invece acquisire un finanziamento da un soggetto privato non socio, quando sia indicata la natura del finanziamento e la sua destinazione. Tutto legale e contabilizzabile come debito v/terzi privati finanziatori. Una ottima soluzione al credit crunch. Il nostro contratto realizzato per una società cliente è già pronto per la stipula avendo indicazione della delibera bankitalia che consente l'operazione
€39.99 –  Scarica Ora
CONTRATTO DI LOCAZIONE CON CEDOLARE SECCA - Proforma completo e pronto per la stipula dell’affitto con articoli e clausole già inseriti. Contiene opzione per cedolare secca e risoluzione ADE per esenzione della raccomandata all’inquilino. Particolare attenzione alla tutela giuridica del proprietario
€9.99 – Scarica Ora
PERIZIA DI DANNO EMERGENTE E LUCRO CESSANTE – Modello con cui potrai elaborare una perizia di stima secondo le norme vigenti e secondo la giurisprudenza migliore per chiedere il risarcimento per danni economici subiti da terzi.
€39.99 – Scarica Ora
CESSIONE DI QUOTE SOCIALI
€14.99 – Scarica Ora
INCARICO PROGETTISTA - CONTRATTO D'OPERA PROFESSIONALE - Modello reale di incarico professionale realizzato per opera di progettazione di elevato importo. Previsione e prevenzione di ogni contestazione. UNICO
€69.99 – Scarica Ora
RICORSO CONTRO ACCERTAMENTO MAGGIOR RICARICO
€29.99 – Scarica Ora
COMPROMESSO DI VENDITA IMMOBILE. Preliminare Professionale di vendita immobile. Con l’impegno che potrete sottoscrive con il nostro modello non avrete rischi di errori nella stipula
€9.99 – Scarica Ora
CESSIONE DI AZIENDA - Modello di contratto per la cessione di azienda con stipula di compromesso alla cessione dell’azienda con perfetta tutela giuridica di compratore e venditore
€14.99 – Scarica Ora